Vassili Fotis

Nato a Rodi il 25 maggio del 1935, il pisano d’adozione Vassili Fotis è un pioniere dell’ortodonzia. Dopo aver conseguito nel 1961 la laurea in medicina e chirurgia all’Università di Pisa ed essersi abilitato alla libera professione, Fotis decide di dedicarsi alla scienza.

Nel 1964 si specializza in odontoiatria e protesi dentaria, ancora nell’ateneo pisano, e nello stesso anno diventa assistente ordinario nel reparto di ortognatodonzia dell’istituto “A. Beretta” di Bologna.

Socio della Société Francaise D’Orthopédie Dento-Faciale e della S.I.D.O.(Società Italiana di Ortognatodonzia), negli anni ’70 diventa consulente per la cura delle palatoschisi al reparto di chirurgia plastica dell’ospedale Santa Chiara di Pisa.

Dal ’78 all’84 è professore alla scuola di specializzazione di ortognatodonzia a Padova, e dall’80 fino all’88 diventa collaboratore di ricerca scientifica all’Università di Aarhus in Danimarca.

Negli anni ’90 è coinvolto in un grave incidente stradale. Un sinistro che ha compromesso il suo stato di salute ma non la sua propensione e la sua determinazione di dedicarsi alla ricerca, considerata la sua intensa attività scientifica che lo ha visto nel nuovo millennio come protagonista e relatore in convegni ed eventi in campo medico di portata internazionale.