sabato, 19 ottobre 2019
Modena Martina

Modena Martina

Studente Dottorato

Laboratorio di Genomica e Trascrittomica

+39 050 8753553

m.modena@fpscience.it

La morte cardiaca improvvisa (SCD) è definita come una morte inattesa che si verifica, in una persona altrimenti sana, entro 1 ora dall'esordio dei sintomi o, quando non percepiti, entro 24 ore dall'ultima volta in cui la persona è stata vista in buona salute. L’incidenza nella popolazione con età compresa fra 1 e 40 anni è stimata da 1 a 10 casi ogni 100.000 persone all’anno. Tra i fattori noti predisponenti la SCD ci sono cardiomiopatie, canalopatie, difetti cardiaci congeniti, miocarditi, trauma toracico, consumo di droghe o farmaci. Inoltre, le strategie per l'autopsia molecolare non sono ancora state standardizzate, in gran parte a causa della limitata conoscenza riguardo le cause molecolari della SCD.

Il progetto di Martina Modena mira ad ampliare la conoscenza delle basi molecolari della SCD nei giovani attraverso l'uso di tecniche di ultima generazione per l’analisi genomica e trascrittomica. Il principale obbiettivo dello studio mira a definire sia l'approccio ottimale per l’autopsia molecolare nei casi di SCD che un protocollo di screening molecolare per i membri delle famiglie di soggetti a rischio di SCD. Questo progetto rivela molte opportunità per la ricerca traslazionale e clinica, oltre al suo chiaro ruolo sociale e medico.

Martina Modena ha conseguito la laurea magistrale in Biologia applicata alla biomedicina (curriculum neurobiologico) presso l'Università di Pisa.

Martina Modena è una studentessa del corso di dottorato in Medicina Traslazionale della Scuola Sant'Anna di Pisa e trascorre gran parte del suo tempo di ricerca presso l'FPS, sotto la supervisione di Chiara Maria Mazzanti.